Clicca qui per tornare alla Home page
Clicca qui per tornare a Chi Siamo Clicca per tornare a Dove Siamo
Clicca qui per tornare a Eventi Clicca qui per tornarea Percorsi Clicca qui per tornare a Links Clicca qui per tornare a Contatti

Percorso corsa - Boccadirio

Si parte da Scarperia e fino a Barberino si pedala per circa 17 Km in pianura "per scaldarci". Arrivati a Barberino si prosegue sulla circonvallazione in direzione passo della Futa. Poco dopo essere usciti dall’abitato a una rotonda si prende per Mangona - Montepiano.
La strada, dopo pochi Km, comincia a salire decisamente con alcuni strappi con pendenze impegnative, prosegue così, con alternarsi di salite e recuperi fino a Mangona per circa 7 km; la strada è a scarsissimo traffico, adatta per un piacevole giro. Arrivati a Mangona si prosegue a Dx, su salita pedalabile, verso Montepiano attraverso il passo della “Crocetta” dalla cui vetta si scende fino a Montepiano: la discesa è veloce, la sede stradale è stretta ma il traffico è quasi inesistente, ci vuole attenzione quando attraversiamo un piccolo abitato perché la strada si restringe improvvisamente fra alcune abitazioni contemporaneamente ad un dosso. Arrivati a Montepiano voltiamo a destra sulla strada provinciale Prato - Castiglion dei Pepoli in direzione Castiglion dei Pepoli. Dopo circa un paio di Km imbocchiamo sulla Dx la deviazione per il Santuario di Bocca di Rio - Monte Tavianella. Attenzione alla deviazione, perché è una strada secondaria, una stradina molto piccola e poco vistosa, che scende abbastanza ripidamente, costeggiando un torrente. La strada comincia poco dopo a salire in un ambiente stupendo con un bosco fitto e ombroso. La strada strettissima, si snoda fra ripidi tornanti fino all'abitato di “Tavianella”. Superato il paese sale ancora un po’ ma con pendenze decisamente meno impegnative. Arrivati in cima al passo riconosciamo il punto in cui arriviamo con le Mountain Bike e da qui inizia l’entusiasmante discesa, sempre su strada stretta e ripida fino al Santuario. Dopo la doverosa sosta, si riparte verso Baragazza- Roncobilaccio, si aggira il casello autostradale transitando sotto il ponte dell’autostrada per iniziare a salire la Futa da San Giacomo. La salita della Futa non è proibitiva, molto dipende da quanto abbiamo speso sulla “Crocetta” e sul “Tavianella”. Arrivati al Passo della Futa abbiamo due alternative. Scendere dalla statale 65 passando da Montecarelli e da Panna, oppure scendere a Firenzuola e fare il passo del Giogo fino a Scarperia, se scegliamo questa variante occhio all'energie rimaste.





Torna Percorsi Corsa

Home Page | Chi Siamo | Dove Siamo | Eventi | Percorsi | Links | Contatti